Il settore sanitario ha ancora bisogno di tempo per la catena di blocco

Nonostante gli ip ip ipes esistenti della catena a blocchi nel settore sanitario, alcune persone pensano che le piazzole e le idee non sono molto più che fantasie.

Tali commenti arrivano in un momento in cui la tecnologia Bitcoin formula è stata sempre più apprezzata:

La Bitcoin formula è stata progettata per essere una soluzione per tutto, dalla gestione elettronica delle cartelle cliniche all’assicurazione sanitaria, riducendo al contempo la complessità di questi sistemi per ridurre al minimo la frustrazione di tutti gli utenti come Bitcoin formula opinioni.

Tuttavia, nuove ricerche dimostrano che gli imprenditori che stanno dietro a questi piani hanno un buon senso, ma alla fine non offrono soluzioni migliori ai problemi esistenti nel settore.

“Per il settore sanitario è semplicemente impossibile agire in tempo reale – anche se spesso si afferma il contrario”, afferma la dottoressa Alyssa Hoverson Schott, medico che lavora a Sanford Health. Ha iniziato una discussione su questo argomento alla Conferenza sulla salute distribuita all’inizio di questo mese.

Hoverson Schott ha una media di 39 pazienti al giorno e deve registrare i loro dati medici in un database tra una visita e l’altra.

“Mi accorgo che spesso non ho il tempo per le voci”, dice Hoverson Schott.

Le voci della banca dati vengono inviate alle compagnie di assicurazione, che su questa base preparano un’offerta per i costi di trattamento. La trattativa tra l’ospedale e la compagnia di assicurazione può durare novanta giorni.

Ma qual è il vero problema degli approcci a catena di blocco?

I fornitori di nuove soluzioni tecniche non sanno nulla delle attività quotidiane dell’assicurazione sanitaria.

“Spesso i fondatori di queste start-up parlano di cose che non si possono fare. Dubito che conoscano la nostra routine quotidiana e comprendano il sistema che sta dietro di essa”.

Questo non significa che non vede posto per la catena di blocco nel settore sanitario. Suo marito è analista aziendale presso Experian e, in quanto tale, è interessato anche alla catena a blocchi.

Tuttavia, suggerisce che le start-up dovrebbero unire le forze con l’industria consolidata invece di lavorare “dirompente” contro di essa.

Anche se le menti del settore sanitario hanno le loro preoccupazioni, questo caso d’uso dimostra che la catena di blocco è ora più di una semplice soluzione tecnica – è diventato un fenomeno sociale.

Le preoccupazioni del settore sanitario
C’era anche l’interesse per la catena di blocco da altre parti nel settore sanitario: il dottor Jonathan Holt era un medico praticante, ma ora si sta concentrando sulle sue due start-up. SeqTech Diagnostics esegue test genetici sugli alimenti e TranSendX è un’applicazione a catena di blocco progettata per dare ai pazienti un maggiore controllo sulle loro cartelle cliniche.

Holt vede un’altra opportunità di ampliare le sue competenze in un nuovo progetto: Come le società finanziarie, le compagnie di assicurazione sanitaria hanno spesso incentivi finanziari per tenere le informazioni dei pazienti o dei clienti chiuse nei loro archivi. Questo potrebbe essere il punto di partenza, ma molte delle idee attuali sono troppo radicali per essere accettate.

Holt non è l’unico a credere che le aziende del settore sanitario siano riluttanti ad accettare nuovi sistemi di archiviazione dati. Una fuga di tali dati può portare a multe così elevate che gli operatori sanitari possono fallire.

Durante la conferenza di cui sopra, gli imprenditori in fase di avviamento sono stati quindi accolti con un atteggiamento piuttosto critico.

C’è un altro motivo per cui gli operatori sanitari sono esitanti riguardo all’industria a catena di blocco: Avete investito molto tempo e denaro nella soluzione esistente.

Analogamente alle società finanziarie, che non si limiteranno ad abbandonare il sistema precedente, anche questo settore richiede aggiornamenti piuttosto che un nuovo inizio completo.

Inoltre, molti ospedali stanno attualmente passando alla cartella clinica elettronica (EHR), una controparte americana dell’e-file. Nell’ambito dell’American Recovery and Reinvestment Act, il governo statunitense ha suggerito che i fornitori di assistenza sanitaria dovrebbero “fare buon uso” dell’EHR a partire dall’inizio del 2014.

“Naturalmente, questo rallenterà altre innovazioni”, dice Halt:
“Blockchain, una tecnologia altamente moderna, ha solo pochi anni. Ci vorrà del tempo per attuarle”.

Il potenziale dei farmaci medici
Secondo Michael Gucci, medico di emergenza e fondatore di Bitcoin Fortress Ventures, l’accelerazione dei processi normativi degli assicuratori sanitari o il trasferimento delle EHR è una sfida che dovremo affrontare tra dieci o quindici anni.

“Dobbiamo pensare a piccoli passi, gli ospedali non attueranno mai grandi cambiamenti”.

Invece di affidarsi a